Dove il tennis non è mai arrivato prima: Dragonet in palestra

Generalmente quando si sente parlare di palestra nel mondo del tennis, si pensa a quell’indispensabile parte di lavoro atletico che serve al tennista per potersi approcciare in maniera corretta a ogni singola partita e, più in generale, a un’intera stagione agonistica. Qualcuno crede ancora che per giocare a tennis avere un buon braccio e talento siano le uniche cose che contano. Ivan Lendl, dominatore della classifica ATP nella seconda metà degli anni ’80, descriveva il tennis in questo modo: “Avere un buon braccio è un ottimo punto di partenza ma per diventare un campione non basta. Il tennis è per il 45% forza mentale, per il 30% preparazione fisica; il talento è rappresentato solo da un 20%; e il restante 5% è fortuna, quel qualcosa che non dipende da te, che non controlli”. Passando dagli anni ’80 a oggi si può affermare senza dubbi che la preparazione atletica sia ben più importante del 30%. I tennisti professionisti oggi sono atleti completi che dedicano una parte consistente della propria preparazione alla ricerca della forma fisica ideale, lavorando ore e ore in palestra. Diversi studi riportano che, durante un match al meglio dei tre set, il tennista è chiamato a compiere circa 300-500 sforzi di alta intensità, con spostamenti che per l’80% dei casi, rimangono in un raggio di 2,5 metri dalla posizione d’attesa e nel 15% dei casi tra 2,5 e 5 metri (Parsons, 1998). Questo può far capire soltanto parzialmente quanto duro sia dal punto di vista atletico lo sforzo e quanto sia dunque fondamentale il lavoro di preparazione fisica.

Non considerando i professionisti, in generale i tennisti, amatori o agonisti, sempre di più scelgono l’allenamento in palestra come soluzione efficace e strumento per tenersi in forma ed essere performanti in campo. Mai prima d’ora, però, si era immaginato di potersi allenare in palestra, curando sia la parte atletica che quella propriamente specifica dello sport, con una macchina ideata e sviluppata per il giocatore di tennis. Dragonet riesce con successo a soddisfare tale richiesta, in maniera completamente rivoluzionaria!

La nostra macchina è facilmente integrabile nella struttura di qualsiasi palestra e permette al giocatore di tennis di completare a tutto tondo la sua preparazione atletica, dandogli la possibilità di creare esercizi specifici, adatti a essere la naturale applicazione nel tennis della parte di preparazione svolta in palestra. Così facendo, ci si può concentrare non soltanto sulla parte prettamente legata a esercizi di aerobica e sviluppo muscolare ma anche a quella tennistica. Dragonet è completamente personalizzabile: essa offre, infatti, la possibilità di scegliere a chi la usa la direzione, la forza e la rotazione di ogni singola palla, adattandola perciò al proprio livello. La nostra macchina, inoltre, non è affatto difficile da gestire, poiché tramite l’app integrata si può coordinare la propria sessione d’allenamento comodamente dal proprio cellulare. Grazie alla possibilità di creare dei circuiti in cui il tempo tra una palla e l’altra è notevole, è possibile lavorare sugli spostamenti e sul gioco di piedi, mentre attraverso l’utilizzo di strumenti di supporto come a esempio le pedane propriocettive si possono svolgere esercizi mirati, volti a sviluppare caratteristiche importanti come l’equilibrio e il bilanciamento del peso del corpo sulla palla. Forza, resistenza e velocità sono fondamentali per ogni giocatore e con Dragonet si possono incrementare le proprie capacità nell’accelerazione di gambe e braccia, nei cambi di direzione e nell’impostazione del singolo colpo. Sono dunque tantissime le possibilità da abbinare alla preparazione fisica, esercizi in grado rendere l’allenamento completo e bilanciato alle esigenze del tennista.

Cosa guadagna la palestra con Dragonet? Sicuramente, garantendo la presenza di uno strumento innovativo di uno sport specifico che normalmente non è possibile trovare altrove, la palestra può aumentare il proprio bacino di utenza, attirando una clientela molto specifica, interessata a testare tutti i servizi della struttura, poiché attratta dalla novità di potersi allenare in maniera specifica con una macchina in grado di mettere alla prova le capacità atletiche e tennistiche in parallelo.

Si può inoltre creare una nuova figura di istruttore all’interno della propria struttura, in grado di seguire attentamente il passaggio dalla parte di preparazione fisica a quella propriamente tennistica, suggerendo esercizi mirati anche in base alle capacità della persona. Allo stesso tempo vi sarà la possibilità di creare anche sessioni d’allenamento dettagliate per chi non gioca a tennis, da poter integrare nei corsi che si tengono regolarmente, ad esempio per sviluppare la parte aerobica. Ciò può essere senz’altro d’aiuto per chi si allena costantemente in palestra ma si annoia di ripetere esercizi su esercizi con gli stessi attrezzi. Lo stimolo di potersi allenare con un nuovo strumento può aggiungere quel pizzico di divertimento che serve a stimolare e a far rendere al massimo il proprio corpo durante l’allenamento. Il team di Dragonet considera molto importante la possibilità di lavorare e sviluppare la macchina anche in funzione del suo utilizzo in una palestra e ha già avuto modo di poter collaborare con il Nemea Energy Village di Cardito, in provincia di Napoli, dotato di attrezzature di ultima generazione, piscina semi olimpionica, spa e solarium. Questa tipologia di strutture all’avanguardia è l’ideale per Dragonet e ne può sfruttare a pieno il potenziale. L’idea che è nata e si è sviluppata è quella di realizzare dei corsi specifici finalizzati all’allenamento nel tennis. Dunque, cominciando con esercizi “classici”, utilizzando gli attrezzi tradizionali, gradualmente si passa ad applicare l’allenamento atletico appena svolto al tennis, offrendo la possibilità di mettere alla prova le proprie capacità tennistiche in funzione di una preparazione atletica accuratamente studiata per ogni partecipante.

Contattaci